Il BLOG di Paolo Volpe

Costruire una nuova politica per Villafranca d’Asti

Il BLOG di Paolo Volpe header image 2

auguri a tutti i lettori di questo spazio

1 gennaio 2018 · Nessun commento

NOI CI SIAMO

Il 2017 ha visto la “casa della salute” entrare in funzione. Questo risultato è stato possibile grazie alle tante persone che hanno firmato la petizione che chiedeva il servizio. Grazie a loro, il grande investimento pubblico di regione Pieve, cantiere chiuso e abbandonato per dieci anni, torna all’attenzione del dibattito pubblico e viene completato. Anche le amministrazioni comunali della zona, che avevano tenuto preferito il silenzio evitando accuratamente per anni di coinvolgere la gente, sono costrette ad occuparsene. Se c’è stato un cambiamento, il merito è della gente che ci ha creduto. Questo, ritengo sia l’augurio migliore per tutte le persone che hanno a cuore il futuro della nostra zona, Villafranca compresa. Anche a livello locale, serve un leale confronto di idee che sappia far tesoro delle differenze, senza timori. E sappia cercare la sintesi migliore. Gli organi di informazione possono fare molto in tal senso, se hanno la capacità di approfondire i problemi, indicare i bisogni, denunciare le inadempienze e chiedere conto delle responsabilità. Senza il timore di infastidire qualcuno. E senza limitarsi a registrare la presunta comoda verità di chi governa in quel momento. Ognuno di noi può fare la sua parte, impegnandosi nelle tante occasioni che la vita civile offre. Così la politica vera, quella che parte dal basso, può crescere e produrre i suoi positivi effetti. Con il coraggio di uscire dagli schemi. Di fare quello che non si è mai fatto. Con un ruolo attivo di giovani capaci di prendere in mano il destino del territorio, non usati per portare voti alle elezioni.

Vorrei che la politica locale venisse considerata una forma alta di volontariato, come mi disse tempo fa un giovane amico. Avere a cuore le istituzioni, che sono patrimonio di tutti, e la legalità che esse devono rappresentare, vuol dire avere a cuore la comunità tutta. Non serve una politica ridotta a curiosità di cui ci si ricorda in campagna elettorale per votare l’amico e non il programma concreto e migliore. O, peggio, un modo per farsi promettere vantaggi personali.

Da parte mia e degli amici di “Villafranca Domani”, auguro a voi e a chi amate un 2018 che vi dia le soddisfazioni che desiderate e meritate. Noi continueremo ad esserci.

Tag: politica

Nessun commento ↓

  • Non ci sono ancora commenti ...sentiti libero di lasciare il tuo.

Lascia un commento